Pubblicazioni di matrimonio

Oggetto Pubblicazioni di matrimonio
Area tematica Matrimonio
Descrizione Prima di celebrare un matrimonio è necessario eseguire le relative pubblicazioni, che rimarranno visibili all'albo on line dei comuni di residenza degli sposi per otto giorni consecutivi. Il matrimonio può essere celebrato trascorsi tre giorni e non oltre i sei mesi dall'avvenuta pubblicazione. Nel caso di matrimonio concordatario viene rilasciato il nulla-osta da consegnare al parroco.
Responsabile procedimento Ufficiale di Anagrafe e Stato Civile
Responsabile del settore Responsabile Settore Demografico
Recapiti telefonici * 0433 80050 int. 1
Casella istituzionale di posta elettronica * demografico@comune.ampezzo.ud.it
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma Regolamento comunale sul procedimento amministrativo.
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni) 20
Uffici e Servizi Ufficio Demografico

* Tali recapiti devono essere utilizzati anche per ottenere informazioni relative ai procedimenti in corso.

DOVE PRESENTARE LA RICHIESTA
La richiesta di pubblicazione deve essere presentata al Comune di residenza di almeno uno degli sposi. Se i richiedenti hanno residenza in comuni diversi, l'Ufficiale di Stato Civile provvede a richiedere la pubblicazione anche nell'altro comune.

QUANDO PRESENTARE LA RICHIESTA
Prima di presentare la richiesta di pubblicazione è necessario fissare un appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile.

COME COMPILARE LA RICHIESTA
La richiesta viene compilata assieme all'Ufficiale di Stato Civile che la riceve.

COSA PORTARE
Per eseguire le pubblicazioni di matrimonio è necessario presentare all'Ufficiale di Stato Civile, per entrambi gli sposi, i seguenti documenti:
- un documento di riconoscimento valido;
- una marca da bollo per la pubblicazione nel comune in cui viene presentata la richiesta se gli sposi sono entrambi residenti nello stesso;
- un'altra marca da bollo se uno degli sposi risiede in un altro comune;
- nulla-osta rilasciato dal consolato o capacità matrimoniale per i cittadini stranieri;
- Per il matrimonio concordatario, cioè quello che verrà celebrato dalla Chiesa Cattolica, è necessario presentare la richiesta delle pubblicazioni rilasciata dal parroco.