Installazione di specchi parabolici

Oggetto Installazione di specchi parabolici
Area tematica Viabilità e parcheggi
Descrizione Lo specchio parabolico è uno strumento aggiuntivo alla segnaletica stradale che viene posizionato solitamente in corrispondenza degli incroci in cui la visibilità, per ragioni fisiche e non risolvibili in altra maniera, non è ottimale. Questo procedimento si utilizza per chiedere l'autorizzazione ad installare uno specchio stradale ad uso privato, ad esempio all'uscita da un passo carraio, le spese di installazione sono a carico del richiedente. Se invece si ritiene utile l'installazione di uno specchio stradale all'incrocio tra due strade comunali è sufficiente una segnalazione, alla quale faranno seguito i necessari sopralluoghi e l'eventuale apposizione dello specchio a spese del Comune.
Responsabile procedimento Responsabile del settore - responsabile settore Vigilanza
Recapiti telefonici 0433 80050
Casella istituzionale di posta elettronica amministrazione@comune.ampezzo.ud.it
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma Regolamento comunale sul procedimento amministrativo.
Uffici e Servizi Ufficio Polizia Locale

COME COMPILARE LA DOMANDA
La domanda può essere compilata utilizzando il modello allegato, la stessa deve precisare chiaramente i motivi per cui si ritiene necessaria l'installazione.

ALLEGATI ALLA DOMANDA
- Planimetria o piantina o relazione fotografica della zona interessata;
- relazione tecnica sul materiale che verrà installato con la quale si attesta che il manufatto che si intende collocare è stato calcolato e realizzato e sarà posto in opera tenendo conto della natura del terreno e della spinta del vento, in modo da garantirne la stabilità;
- una marca da bollo da apporre sull'autorizzazione;
- autorizzazione del proprietario del terreno su cui verrà installato lo specchio, se lo stesso non è comunale.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'ufficio di riferimento, all'Ufficio Protocollo oppure allo Sportello del Cittadino durante gli orari di apertura al pubblico;
- tramite fax;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice”, all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);
- tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

COSA FARE SE L’UFFICIO NON RISPONDE
Se il Responsabile del procedimento indicato nella sezione riferimenti non risponde entro il termine per la conclusione indicato nella stessa sezione, il cittadino può chiedere al Segretario Comunale del Comune di Ampezzo di farlo al suo posto, avvalendosi del potere sostitutivo in caso di inerzia per mancata o tardiva emanazione di provvedimenti nei termini da parte dei responsabili inadempienti che gli è stato conferito dalla Giunta Comunale.