Comune di Ampezzo

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




29/10/2013

Contributi a favore di persone, enti pubblici o privati e associazioni per l'attività svolta o iniziative particolari a carattere culturale, sociale, sportivo, ricreativo, oppure a favore di persone che versino in disagiate situazioni.

Oggetto Contributi a favore di persone, enti pubblici o privati e associazioni per l'attività svolta o iniziative particolari a carattere culturale, sociale, sportivo, ricreativo, oppure a favore di persone che versino in disagiate situazioni.
Area tematica Contributi economici
Descrizione Le persone, enti pubblici o privati e associazioni che operano in ambito assistenziale, culturale e ricreativo sportivo, possono presentare richiesta di contributi a sostegno dell'attività svolta nell'anno o a sostegno di singole iniziative.
Responsabile procedimento Istruttore Ufficio assistenza
Responsabile del settore Responsabile Settore amministrativo
Recapiti telefonici * 0433/80173 int. 3
Casella istituzionale di posta elettronica * giulia.colle@comune.ampezzo.ud.it
Termine per la conclusione (giorni) Entro l'anno di riferimento
In base alla norma Regolamento comunale sul procedimento amministrativo.
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni)
Uffici e Servizi Assistenza

* Tali recapiti devono essere utilizzati anche per ottenere informazioni relative ai procedimenti in corso.

CHI PUO’ PRESENTARE LA DOMANDA

Possono presentare la domanda i rappresentanti dei gruppi o delle associazioni interessati, o singole persone fisiche.

 

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda per i contributi a sostegno di singole iniziative deve essere presentata almeno trenta giorni prima dell’evento per il quale si chiede il sostegno. La richiesta di contributo a sostegno dell’attività svolta nell’anno deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno di riferimento.

 

COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda può essere compilata utilizzando il modulo in precedenza riportato.

 

ALLEGATI ALLA DOMANDA

Allegati diversi. Vedasi art. 7 del Regolamento comunale per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi finanziari e vantaggi economici a persone ed Enti pubblici e privati.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi:

-         direttamente, consegnandola all’ufficio di riferimento, all’Ufficio Protocollo durante gli orari di apertura al pubblico;

-         tramite fax;

-         tramite posta (ordinaria – in questo caso non c’è garanzia di ricevimento – o raccomandata);

-         tramite posta elettronica “semplice”, all’indirizzo dell’ufficio di riferimento o del Comune, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);

-         tramite PEC all’indirizzo PEC del Comune interessato se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l’invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

 

ISTRUTTORIA

Una volta ricevuta la domanda, l’Ufficio sottopone la richiesta all’esame della Giunta Comunale, che delibera la concessione o meno del contributo e ne stabilisce l’importo. Successivamente l’Ufficio comunica all’associazione quanto deliberato dalla Giunta.

Al termine dell’iniziativa e comunque entro il 30 gennaio dell'anno successivo, gruppi e associazioni devono presentare la richiesta di erogazione del contributo, accompagnata da una relazione evidenziante l'effettiva realizzazione dell'attività e il risultato economico, evidenziando il saldo passivo.

Modulo di richiesta di pagamento del contributo.

 

COSA FARE SE L’UFFICIO NON RISPONDE

Se il Responsabile del procedimento indicato nella sezione riferimenti non risponde entro il termine per la conclusione indicato nella stessa sezione, il cittadino può chiedere al Segretario Comunale del Comune di Ampezzo di farlo al suo posto, avvalendosi del potere sostitutivo in caso di inerzia per mancata o tardiva emanazione di provvedimenti nei termini da parte dei responsabili inadempienti che gli è stato conferito dalla Giunta Comunale.