Assegno statale per i nuclei familiari con almeno tre figli minori

Oggetto Assegno statale per i nuclei familiari con almeno tre figli minori
Area tematica Contributi economici
Descrizione Assegno mensile che viene concesso per tredici mensilità alle famiglie residenti nel territorio dello Stato con tre o più figli minori.
Responsabile del procedimento Istruttore Settore assistenza
Responsabile del settore Responsabile Settore assistenza
Recapiti telefonici * 0433/80173 - int. 3
Casella istituzionale di posta elettronica * amministrativo@comune.ampezzo.ud.it
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma Legge n. 448/1998, art.65
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni)  
Uffici e Servizi Ufficio Assistenza

* Tali recapiti devono essere utilizzati anche per ottenere informazioni relative ai procedimenti in corso.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

L’assegno può essere richiesto al comune di residenza da uno dei genitori, che deve essere cittadino italiano o comunitario e convivere con i tre figli (i figli minori devono pertanto appartenere alla stessa famiglia anagrafica). Ai figli minori del richiedente sono equiparati i figli conviventi del coniuge e i minori ricevuti in affidamento preadottivo dal richiedente. 
Il reddito del nucleo familiare non deve superare i limiti di seguito indicati.

LIMITI DI REDDITO PER POTER PRESENTARE LA DOMANDA

Il nucleo familiare deve essere in possesso di risorse economiche tali da non superare i seguenti valori dell’indicatore ISEE di Euro 8.555,99.

IMPORTO DELL'ASSEGNO

L'importo massimo dell'assegno mensile è indicizzato annualmente.

COME COMPILARE LA DOMANDA 

La domanda può essere compilata utilizzando il modello allegato.

ALLEGATI ALLA DOMANDA 

- Copia dell'attestazione ISE/ISEE 
- Fotocopia di un valido documento di identità, se la domanda non viene sottoscritta davanti al funzionario che la riceve e che deve riconoscere la persona che sottoscrive.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto il contributo. 
I nuclei familiari che rimangono all’interno dei parametri richiesti devono rifare la domanda ogni anno. 

 
COME PRESENTARE LA DOMANDA 

La domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi: 
- direttamente consegnandola all'Ufficio Protocollo - Comune di Ampezzo – Piazza Zona Libera 1944 n. 28 – 33021 AMPEZZO (UD), aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 10.30 alle 12.30 e nel pomeriggio di giovedì dalle 16.30 alle 18.00; 
- tramite fax ( in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata); 
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata); 
- se firmata digitalmente, tramite posta elettronica “semplice” all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune (riportato anche nella homepage del sito), in questo caso non c’è garanzia di ricevimento; 
- se firmata digitalmente, tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato (riportato anche nella homepage del sito, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR).

COSA FARE SE L’UFFICIO NON RISPONDE 

Se il Responsabile del procedimento indicato nella sezione riferimenti non risponde entro il termine per la conclusione indicato nella stessa sezione, il cittadino può chiedere al Segretario Comunale del Comune di Ampezzo di farlo al suo posto, avvalendosi del potere sostitutivo in caso di inerzia per mancata o tardiva emanazione di provvedimenti nei termini da parte dei responsabili inadempienti che gli è stato conferito dalla Giunta Comunale.