Comune di Ampezzo

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Assegno di maternità statale

Oggetto Assegno di maternità statale
Area tematica Contributi economici
Descrizione L'assegno di maternità statale viene erogato dallo Stato ed è riservato alle donne che non hanno diritto a contributi previdenziali di maternità o che ne hanno diritto in misura minima, per ogni figlio nato o per ogni minore adottato o in affidamento preadottivo che non abbia superato i sei anni di età o, in caso di affidamento o adozione internazionali, la maggiore età.
Responsabile del procedimento Istruttore Ufficio assistenza
Responsabile del settore Responsabile Settore amministrativo
Recapiti telefonici * 0433/80173 - int. 3
Casella istituzionale di posta elettronica * amministrativo@comune.ampezzo.ud.it
Termine per la conclusione (giorni) 30
In base alla norma Art. 74 e 80 del D. Lgs 151 del 26.03.2001
Tempo medio effettivo di conclusione (giorni)
Uffici e Servizi Ufficio Assistenza

* Tali recapiti devono essere utilizzati anche per ottenere informazioni relative ai procedimenti in corso.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

L'assegno di maternità può essere richiesto solo dalle donne che non hanno diritto a trattamenti previdenziali di maternità e da quelle che hanno diritto ad un trattamento di maternità di importo inferiore a euro 1.694,48. 
Le stesse devono essere residenti nel Comune in cui presentano la domanda, cittadine italiane o comunitarie o in possesso di carta di soggiorno ai sensi dell’art. 9 del D.Lgs. 286/98. 
Il reddito del nucleo familiare non deve superare i limiti di seguito indicati.

IMPORTO DELL'ASSEGNO

L’assegno ammonta a euro 1.694,45 suddiviso in cinque mensilità di euro 338,89 ciascuna, viene concesso dal Comune e pagato dall’INPS.
Le madri che usufruiscono di un trattamento di maternità inferiore a 1.694,45 riceveranno un assegno a copertura della differenza.

COME COMPILARE E PRESENTARE LA DOMANDA 

La domanda si presenta con modulo INPS da trasmettere online mediante i servizi telematici dell'Istituto.

Pertanto, l'interessata può rivolgersi gratuitamente ai Caf per la presentazione della richiesta o inserirla direttamente e trasmetterla all'Inps se è in possesso del Pin dispositivo on line Inps.


QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda va presentata entro 6 mesi dalla nascita del bambino o nei casi di adozione o affidamento, dalla data di ingresso del bimbo nella famiglia.

Per l'erogazione di questo assegno le informazioni vanno richieste all’INPS.